Patentino 50

Esame teorico C.I.G.C. - Esame pratico C.I.G.C.


Il patentino per guidare i motocicli di cilinfrata fino a 50cc è chiamato C.I.G.C.

Età minima:
14

Età massima:
segue le scadenze previste per la patente A, ossia: è valido ogni 10 anni fino a 50 anni di età, 5 anni per chi ha un'età compresa tra 50 e i 70 anni, 3 anni per chi ha superato i 70 anni, 2 anni dopo gli 80 anni.


Veicoli che si possono guidare:

  • ciclomotori di cilindrata fino a 50 cm3 e con velocità massima di 45 km/h;
  • ricicli leggeri di cilindrata fino a 50 cm3 e con velocità massima di 45 km/h;
  • quadricicli leggeri con massa a vuoto inferiore a 350 kg, cilindrata massima di 50 cm3 e velocità massima di 45 km/h.


Come si può conseguire:
per i minorenni, corso con frequenza obbligatoria + esame teorico + esame pratico; per i maggiorenni, è sufficiente il solo esame teorico + l'esame di pratica. Chi aveva già compiuto 18 anni il 1 ottobre 2005 è dispensato dagli esami e deve semplicemente frequentare il corso teorico.

Chi deve conseguire il patentino:
a decorrere dal 1° ottobre 2005 l'obbligo di conseguire il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori è esteso a coloro che compiano la maggiore età a partire dalla medesima data e che non siano titolari di patente di guida; coloro che, titolari di patente di guida, hanno avuto la patente sospesa per l'infrazione di cui all'articolo 142, comma 9 (eccesso di velocità superiore a 40 km/h ma inferiore a 60 km/h), mantengono il diritto alla guida del ciclomotore.
Coloro che al 30 settembre 2005 abbiano compiuto la maggiore età conseguono il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori, previa presentazione di domanda al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, corredata da certificazione medica che attesti il possesso dei requisiti fisici e psichici e dall'attestazione di frequenza ad un corso di formazione presso un'autoscuola.

Caratteristiche:
non possono conseguire il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori i conducenti già muniti di patente di guida; i titolari di certificato di idoneità alla guida di ciclomotori sono tenuti a restituirlo ad uno dei competenti uffici del Dipartimento per i trasporti terrestri all'atto del conseguimento di una patente.